Dom19112017

Agg.:03:11:15

da Legno Storto:

Benvenuto in Medinapoli News !!!

Back Attualità Attualità News Cronaca Pino killer, il Comune sapeva!

Pino killer, il Comune sapeva!

  • PDF
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

È quanto si legge sul Mattino di oggi. Un barista telefonò ai Vigili del fuoco, la segnalazione al Municipio è stata recuperata dagli inquirenti. Viene a cadere, dunque, l'ennesima spiegazione consegnata dal Vicesindaco Tommaso Sodano in un'intervista al Corriere del Mezzogiorno, tesa a sollevare dalle responsabilità l'amministrazione comunale.
Alla domanda di Paolo Cuozzo sugli allarmi rimasti inascoltati, Sodano risponde: "Allarmi non sono certo arrivati a noi. Da un controllo effettuato abbiamo verificato che né al mio assessorato, né all'ufficio parchi e giardini né, soprattutto, alla Protezione civile sono giunte segnalazioni. Così come ritengo che se fossero stati allertati i vigili del fuoco, e avessero ravvisato pericoli, avrebbero poi potuto, autonomamente, proceduto a tagliare l'albero. E di sicuro avrebbero avvertito il Comune. Ma così non è stato".

È la terza grave inesattezza di cui è estensore il vicesindaco (leggi le prime due - link), in quanto i Carabinieri del Vomero, che indagano su delega del pm Corona, hanno accertato una segnalazione di allarme del titolare di un bar avvenuta pochi giorni prima del tragico evento. È stata recuperata la registrazione fonica, con annotazione di giorno e ora, della telefonata del negoziante ai vigili del fuoco e di quella che i vigili del fuoco fecero al Comune.

Un dato di estrema gravità, che somma le responsabilità di chi non è intervenuto tempestivamente all'interno della macchina comunale, a quelle di chi - nel ricoprire un ruolo istituzionale - si lascia andare ad affermazioni, probabilmente, non verificate e soprattutto non rispondenti al vero.

IDENTIFICAZIONE DEI DIPENDENTI COMUNALI - La questione dell’avviso del rischio crollo trasmesso agli uffici comunali è ritenuta importante dal pm per l'individuazione di eventuali responsabili. I carabinieri intanto completeranno a breve l'identificazione dei dipendenti del servizio Ambiente del Comune di Napoli, diretto da Giuseppe Pulli, che hanno eseguito gli ultimi interventi di potatura dei giardinetti e i più recenti sopralluoghi. L’ultimo intervento in ordine di tempo risalirebbe al 2010, ma la circostanza non è stata al momento definita con chiarezza: a tale scopo deve essere esaminata con attenzione tutta la documentazione acquisita dagli investigatori presso il servizio Ambiente di Palazzo San Giacomo.



Intervista al Cormez
https://docs.google.com/file/d/0B18jLaXwBmtidzNqRGZ3RHpZcUU/edit?usp=sharing

Articolo sulle lacune di Sodano
http://www.medinapoli.it/attualita/attualita-news/analisi-e-commenti/2285-crollo-albero-le-imbarazzanti-lacune-di-tommaso-sodano.html

mediformazione

Giornalista AAA
Diventare Giornalista...

Ambiente pulito

Mela verde
La differenziata come frutto...

Editoria Digitale

JA Teline IV
per diventare Editori FaidaTE...

Moda & Stile

Moda Modella
Quando la moda non è immagine...