Ven21072017

Agg.:07:59:41

da Legno Storto:

Benvenuto in Medinapoli News !!!

Campania

Franco Ortolani: pioggia "mai vista prima d'ora, predisporre piani di difesa"

  • PDF

Il caso Portici e i rischi per la città di Napoli nell'analisi del geologo
Per il professor Franco Ortolani, ordinario di geologia presso l'Università Federico II, la pioggia caduta lunedì 16 giugno a Napoli è un evento unico, ma non irripetibile. Con l'ing. Alberto Fortelli di Campania live ha avviato uno studio sugli impatti ambientali in aree urbane di eventi meteorologici. Da quando esiste la rete campanialive.it mai erano stati registrati rain rate così elevati, con un picco di 720mm/h alle centraline di via Foria e 640mm/h al LUPT e a San Marcellino.

URP INPS ex INPDAP: sede unica e nuovi orari dal 26 maggio

  • PDF

Nell'ambito del processo di razionalizzazione delle sedi, riunificate le sedi Napoli 1 e Napoli 2 Gestione pubblica
Importante novità per i cittadini napoletani: dal 26 maggio l'URP (Ufficio per le Relazioni con il Pubblico) Napoli 2  INPS - Gestione Pubblica sarà trasferito presso lo stabile di via de Gasperi 55 dove è già ubicata la Sede di Napoli 1.

L'unificazione rientra nel processo di razionalizzazione delle sedi che porterà, nel corso dei prossimi mesi, a una consistente riduzione dei costi per gli affitti delle sedi non di proprietà dell'ente. Il piano di ristrutturazione degli uffici porterà entro il 2014 a una riduzione di oltre 229 mila metri quadrati di superficie, per un risparmio complessivo di circa 32 milioni di euro annui (24 milioni per minori spese di funzionamento e 8 milioni per nuove locazioni).

Il cardinale Sepe: "In Terra dei fuochi dramma umanitario"

  • PDF

Il Cardinale Sepe e i Vescovi delle Diocesi della "Terra dei fuochi" condividono l'appello del Presidente della Repubblica - "Non abbassare la guardia e fare presto"
Fate presto, sentiamo il dovere di dire a quanti hanno ruolo, responsabilità e autorità di intervenire e decidere per frenare il dilagare di timore, di paura e di mali.
Nei giorni scorsi il Cardinale Sepe ha parlato di dramma umanitario. L'arcivescovo di Napoli, ribadisce la sua posizione sulla Terra dei fuochi già espressa nella lettera scritta con i vescovi dell'area tra le province di Napoli e Caserta. "Se si respira un veleno non si può attendere e vedere cosa succedera' tra un mese - aggiunge - perché il veleno lo si respira giorno per giorno, l'acqua, se inquinata, si beve giorno per giorno". "Non possiamo attendere, perché ogni giorno che passa è un ulteriore avvelenamento e quindi pericolo e causa di malattie per i nostri giovani, anziani, per tutti".

La terra trema nel casertano

  • PDF

Terremoto del quinto grado della scala Richter. Epicentro nel Matese, avvertito anche a Napoli
Forte scossa di terremoto tra la Campania e il Molise. Poco dopo le 18 la terra ha tremato in modo prolungato. La scossa sismica con magnitudo  di 5.0 è stata registrata nell'area del Sannio, a ridosso dei Monti del Matese. Profondità 10 km, stando a quanto riferisce la sala sismica dell'Istituto nazionale di geologia e vulcanologia, con area interessata in particolare Castello del Matese, San Potito Sannitico e Piedimonte Matese. La scossa è stata avvertita anche a Napoli. Pochi minuti prima era stata registrata una scossa con magnitudo 2.7 nell'area del Matese.

L’UE stanzia oltre 108 milioni di euro per la balneabilità della costa campana

  • PDF

La Commissione europea ha approvato due progetti d’investimento per oltre 108 milioni di euro a titolo del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), miranti a migliorare significativamente la qualità delle acque della Costa Domiziana e della Costa Flegrea in Campania.

Questi progetti sono parte di una strategia globale di gestione delle risorse idriche in Campania per un investimento complessivo di oltre 500 milioni di euro, che saranno cofinanziati dall’Unione europea. I principali obiettivi dei due progetti sono il miglioramento ambientale di una delle zone più inquinate, per quanto riguarda la Regione Campania, nonché la promozione della loro attrattività turistica,  rendendo balneabili oltre 60 km di costa.

Il progetto principale per la Costa Domiziana prevede la costruzione di reti fognarie e impianti di trattamento delle acque reflue al fine di migliorare la qualità ambientale delle acque. Ciò renderà balneabili 45 km di costa attirando così il turismo e rafforzando lo sviluppo economico.

LN: alcune verità su acqua e "terra dei fuochi"

  • PDF

(Lettera Napoletana) Per una contraddizione solo apparente, gli stessi gruppi e gli stessi personaggi che stanno animando la protesta sulla “Terra dei Fuochi” (area dell’entroterra a Nord di Napoli dove sono stati effettuati per anni sversamenti di rifiuti tossici) si sono indignati per la pubblicazione di un rapporto della Us Navy (Marina militare degli Stati Uniti) sulla qualità dell’acqua nel napoletano, pubblicato da L’Espresso (21.11.2013).

Il settimanale, appartenente al gruppo del finanziere e lobbysta Carlo De Benedetti, è noto per le sue campagne scandalistiche e gode di scarsa attendibilità, ma in questo caso si è limitato a pubblicare ampie parti di uno studio commissionato e condotto da terzi e consegnato, senza che vi fosse alcuna reazione significativa, alle autorità politiche nazionali e locali nel 2009. Lo studio della Marina americana (“Naples Health Awareness“) fu inviato all’Ispra,Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, organo del Ministero per l’Ambiente ed alla Regione Campania. L’Ispra – secondo fonti della Marina Usa citate dal settimanale – dichiarò di voler costituire una commissione tecnica insieme agli americani. “Ma poi non hanno dato seguito alla proposta” (L’Espresso, 21.11.2013).

Pompei: turisti sotto il sole per assemblea sindacale

  • PDF

Scavi di Pompei: ingressi chiusi per un'assemblea indetta da Cgil, Cisl e Uil
Turisti bloccati all'esterno degli scavi di Pompei: sono circa 500 i turisti rimasti bloccati dinanzi ai cancelli sbarrati. L'assemblea dei lavoratori, indetta dai principali sindacati, interessa anche i siti archeologici di Ercolano, Oplontis, Stabia e Boscoreale.

I turisti, equamente suddivisi attorno ai tre varchi di ingresso, hanno atteso il termine dell'assemblea. A quanto si apprende, i visitatori in attesa erano per la maggior parte turisti non appartenenti a gruppi organizzati.

De Luca sulle nomine al Porto: "Nuovo presidente, ritardo intollerabile"

  • PDF

Il viceministro  per i Trasporti: "Individuare una figura condivisa, qualificata, competente e capace di rilanciare da subito l'attività portuale"
"Sono gravi e ormai intollerabili i ritardi che si stanno accumulando in relazione a tante autorità portuali. E' di particolare rilievo la questione della nomina del presidente dell'Autorità portuale di Napoli". Lo dice il viceministro per le Infrastrutture e i Trasporti, Vincenzo De Luca.

"Centinaia di milioni di euro di possibili investimenti; progetti di riqualificazione e sviluppo dell'area portuale; possibili e rilevanti incrementi occupazionali: tutto resta bloccato. La mia opinione - sottolinea De Luca - è che sarebbe utile, nell'ambito delle procedure previste, individuare una figura condivisa, qualificata, competente e capace di rilanciare da subito l'attività portuale. Ci si assuma la responsabilità di sottoporre tali proposte alle commissioni parlamentari competenti. Ognuno sarà libero di esprimere le proprie valutazioni".

Il Trasporto pubblico in Campania: lo “scippo” suicida della Regione

  • PDF

La regione Campania, con una mossa legislativa “furtiva”, ha tolto ai Comuni capoluogo di Provincia e alle Province le competenze amministrative e gestionali in materia di trasporto pubblico locale, avocandole interamente a sè.
Questo “scippo” delle competenze si è consumato con l’approvazione della Legge Finanziaria Regionale per il 2013 (Legge Regione Campania n. 5 del 6 maggio 2013).
Il pretesto è stato quello dell’applicazione (venuta con quasi un anno di ritardo rispetto ai termini stabiliti dalla Legge) dell’articolo 3 bis del DL 138/2011 e ss.mm.ii.
Il risultato è che la Regione Campania si è creata, forse senza saperlo, un enorme problema finanziario, oltre ad aver contravvenuto in modo esplicito al principio della sussidiarietà verticale, alla legge nazionale ed al principio della semplice logicità.

Rifiuti Campania, 20 giugno deferimento a Corte Ue

  • PDF

Bruxelles conferma 'salvo colpi di scena'
BRUXELLES - Si fa sempre più concreto e vicino il rischio che l'Italia debba pagare all'Ue multe salate a causa della gestione dei rifiuti in Campania. Questa almeno l'indicazione giunta oggi da fonti europee, secondo le quali, salvo colpi di scena, la Commissione europea è decisa a deferire nuovamente il governo alla Corte di giustizia entro il mese. L'appuntamento per ora è fissato per il 20 giugno, quando l'esecutivo comunitario procederà al periodico esame del cosiddetto 'pacchetto infrazioni', all'interno del quale ci sarà anche il 'caso' Campania.

La notizia non arriva certo inattesa. Sono mesi e mesi che Bruxelles lancia avvertimenti all'Italia. Lo scorso 24 maggio la questione era stata al centro di un incontro tra il neoministro dell'Ambiente, Andrea Orlando, e il commissario Ue responsabile per il settore, Janez Potocnick. Al termine del colloquio Orlando aveva detto di ''avere argomenti e carte nuove da presentare'' in tempi brevi a Bruxelles per evitare il peggio. Ma al momento le fonti europee interpellate dall'ANSA, pur non escludendo la possibilità di un tentativo in extremis da parte dell'Italia, indicano che per il verdetto è ormai questione di giorni. E che il secondo deferimento alla Corte di giustizia appare praticamente inevitabile.

Tirrenia: entra in servizio la motonave Dimonios

  • PDF

Tempi più rapidi nei collegamenti Napoli - Cagliari
Dal 29 maggio alle 19 la motonave Dimonios della Tirrenia è entrata in servizio sulla linea Napoli-Cagliari, in sostituzione dell'Aurelia. Grazie a questa nuova nave, sottolinea la compagnia di navigazione, i tempi di percorrenza su questa rotta si riducono di oltre quattro ore, passando da 17 a 13 ore di traversata.

Il Dimonios sarà impegnato anche sulle linee Palermo-Cagliari e Trapani-Cagliari.

La leadership nel Mediterraneo: dal 6 marzo alla Parthenope

  • PDF

250 studenti provenienti dalle principali università del Mediterraneo e dell'Europa centrale si confrontano sui temi della leadership e del network internazionale
La nuova sede di Monte di Dio dell'Università Parthenope di Napoli, è pronta ad accogliere l'apertura dell'edizione 2013 del MeLDS (Mediterranean Leadership Development Seminar), appuntamento fisso di AIESEC che raduna ogni anno circa 250 studenti, provenienti da tutta l'area del Mediterraneo e dell'Europa centrale, al fine di coinvolgerli sui temi dell'internazionalismo e della cooperazione internazionale.

Terremoti ed estrazione del petrolio: dubbi e rischi per il Sannio

  • PDF

Il terremoto del 16 febbraio 2013 e le ricerche di idrocarburi nei Monti del Sannio sulle faglie attive sismogenetiche
Il terremoto di magnitudo (Ml) 3 che è avvenuto alle ore 10:51:49 italiane del giorno 16/Feb/2013 alla profondità ipocentrale di circa 15 Km ha maggiormente interessato (senza danni) comuni di APICE (BN), BUONALBERGO (BN), SANT'ARCANGELO TRIMONTE (BN), ARIANO IRPINO (AV), BONITO (AV), CASALBORE (AV), MELITO IRPINO (AV) e MONTECALVO IRPINO (AV). La stessa area è stata interessata da una sere di eventi sismici tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre 2012. L'area in esame (figura 1) fu interessata da un evento di magnitudo 6,1 il 21 agosto 1962 (Guidoboni e Valensise, 2012).

Acqua alta: è emergenza a Ischia

  • PDF

Continua il fenomeno dell’acqua alta nel Porto di Ischia: i danni e i pericoli
Il transito delle perturbazioni sul basso Tirreno causa abbassamenti della pressione atmosferica e il conseguente sollevamento del livello marino. Quando ciò avviene in corrispondenza del massimo effetto della marea astronomica si hanno alte maree più accentuate.
La banchina della Riva Destra e le caditoie di via Iasolino lungo il Porto di Ischia si trovano a circa 20 cm di altezza sul livello medio marino misurato al mareografo di Napoli. Anche la banchina storica del porto di Lipari si trova nelle stesse condizioni. Sono banchine che non sono in sicurezza rispetto alle escursioni del livello del mare e che devono essere adeguate per evitare danni ed inconvenienti ai cittadini e alle attività economiche.

Regate America’s Cup: Caldoro in soccorso di de Magistris

  • PDF

La Regione Campania anticipa 100 mila euro relativi all’ultima rata da pagare per le gare di vela 2013.
La Giunta Regionale della Campania ha stabilito il pagamento della terza e ultima rata relativa alle regate di vela del circuito “America’s Cup World Series” previste per il 2013. Con la delibera n.29 del 29 gennaio 2013, si è stanziata la somma complessiva di euro 533.000, di cui euro 433.000 di pertinenza regionale ed euro 100.000 di pertinenza del Comune di Napoli per la 3ª rata dell'Event Fee 2013, mediante bonifico bancario in favore della società di scopo ACN srl. Il maggiore impegno di spesa da parte della Regione Campania, farà seguito a un minore impegno di pari ammontare – con incremento contestuale dell’onere a carico del Comune di Napoli – in sede di riparto degli oneri relativi alle iniziative che si svolgeranno nell’ambito del Forum delle Culture. Evento, quest’ultimo, altrettanto discusso, che rischia di trasformarsi in un ulteriore esoso e sanguinoso boomerang per le disastrate casse comunali.

Campi Flegrei, nuova bocca tra Agnano e Pozzuoli

  • PDF

Agnano Pisciarelli: a ridosso della Solfatara è comparsa una nuova emissione di fluidi caldi
Ad Agnano Pisciarelli, a ridosso della Solfatara nei Campi Flegrei, è comparsa una nuova emissione di gas e di acqua fino a 4-5 metri di altezza nella zona dove è scomparsa la fumarola principale appartenente a quella serie di fenomenologie legate all'aumento dell'attività esalativa di Pisciarelli iniziate nel 2006. Il nuovo fenomeno è stato osservato in un sopralluogo effettuato il 31 gennaio dal Dr. Chiodini dell’INGV.
Come si vede dalle immagini, il fenomeno non rappresenta una novità né un evento eccezionale ma si inserisce nelle fenomenologie che caratterizzano i versanti interni ed esterni della Solfatara.

Intervista al Prof. Alberto Lucarelli

  • PDF

- Quale priorità darà alla sua Politica?
Vogliamo un’Europa autonoma dai poteri finanziari e una riforma democratica delle sue istituzioni. Siamo contrari al Fiscal Compact che taglia di 47 miliardi l’anno per i prossimi venti anni la spesa, pesando sui lavoratori e sulle fasce deboli, distruggendo ogni diritto sociale, con la conseguenza di accentuare la crisi economica. Il debito pubblico italiano deve essere affrontato con scelte economiche eque e radicali, finalizzate allo sviluppo, partendo dall’abbattimento dell’alto tasso degli interessi pagati. Accanto al Pil deve nascere un indicatore che misuri il benessere sociale e ambientale.

Intervista a Leonardo Impegno

  • PDF

Un breve profilo: Nato a Napoli nel 1974, laureato in Giurisprudenza, sposato con Cristiana. Dal 2006 è presidente del Consiglio comunale di Napoli. Dal 2001 (quando fu il candidato più votato) al 2006 è stato consigliere comunale dei Democratici di Sinistra, sempre a Napoli. Nella sua esperienza istituzionale, anche se con ruoli diversi, ha continuato a praticare un’ispirazione – nata quando ero ancora a scuola, nel movimento degli studenti contro la camorra -: quella di tenere insieme la passione per la politica, l’impegno per i diritti civili, il lavoro per promuovere i giovani in tutti i campi, rimuovendo il blocco (gerontocrazia) che ancora impedisce a tante persone sotto i quaranta anni di affermare la propria creatività e competenza, in politica come nella cultura e nelle professioni. Attualmente collabora presso la cattedra di diritto degli enti locali.

In Campania si muore prima, ma Balduzzi esclude nesso con rifiuti

  • PDF

Contestazione dei Comitati contro il ministro della Salute intervenuto ad Aversa per la presentazione di uno studio sulla situazione epidemiologica della Regione
In Campania i tumori uccidono più che nel resto d'Italia. Lo rivela la relazione finale del gruppo di lavoro del ministero della Salute sulla situazione epidemiologica del territorio. La mortalità per tumori maligni in regione è superiore ai valori dell'intera Italia, in particolare nelle province di Caserta (solo per gli uomini) e di Napoli (per uomini e donne). Si muore soprattutto di cancro a fegato, laringe, trachea-bronchi e polmone, prostata, vescica. La relazione sottolinea però che non è dimostrato alcun nesso tra l'aumento della mortalità e la presenza di rifiuti tossici o di altri elementi inquinanti come roghi, diossina e sversamenti illegali.

Pianodardine, smentito l'accordo sui rifiuti napoletani

  • PDF

La notizia dell'accordo raggiunto con la società Irpiniambiente per il trasferimento dei rifiuti napoletani nel periodo natalizio, è stata smentita dalla stessa società che gestisce lo Stir di Pianodardine. In un comunicato dell'azienda si precisa: “La notizia è destituita di ogni fondamento. E’ smentito in maniera categorico qualsiasi accordo con la società Sapna di Napoli, per il trasferimento presso lo Stir di Pianodardine di rifiuti provenienti dal sito di trasferenza ex Icm di Napoli anche per un periodo limitato. I colloqui intercorsi con i rappresentanti di quella società tesi a verificare una disponibilità per il conferimento presso l’impianto di Pianodardine di rifiuto derivante dalla raccolta giornaliera non hanno avuto e non avranno riscontro”.

I rifiuti di Napoli a Pianodardine (Avellino) per scongiurare la crisi a Natale

  • PDF

Napoli nuovamente sull'orlo del baratro. L'emergenza scongiurata dall'intervento della Provincia che ha sottoscritto un accordo con Pianodardine.
NAPOLI - «Nessuna crisi dei rifiuti a Natale a Napoli, c’è l’Irpinia che li accoglierà»: le parole dette dal presidente della Provincia di Napoli, Antonio Pentangelo, a margine del World Forum per l'infanzia ieri suonano come rassicuranti per la città capoluogo di Regione, non certo per l’Irpinia che ora teme un’altra ondata di rifiuti da Napoli.
«La Sapna - dice Pentangelo - ha firmato un ottimo accordo con l'impianto di Pianodardine, che renderà possibile lo svuotamento di alcuni siti che rischiavano di ingolfarsi e quindi di creare situazioni critiche. Anche sotto il profilo dei costi il contratto siglato è assolutamente in linea con i costi di mercato, e questo dovrebbe fare in modo che la quota Tarsu di pertinenza della Provincia non abbia significativi ritocchi».

mediformazione

Giornalista AAA
Diventare Giornalista...

Ambiente pulito

Mela verde
La differenziata come frutto...

Editoria Digitale

JA Teline IV
per diventare Editori FaidaTE...

Moda & Stile

Moda Modella
Quando la moda non è immagine...