Sab18112017

Agg.:03:11:15

da Legno Storto:

Benvenuto in Medinapoli News !!!

Cronaca

Rifiuti: "nella raccolta la concorrenza farebbe bene a tutti"

  • PDF

Per il Presidente Antitrust ci sarebbero vantaggi ambientali ed economici
"Il superamento delle principali criticità che impediscono uno sviluppo di una filiera concorrenziale dei rifiuti potrebbe arrecare vantaggi non solo di tipo ambientale ma anche di tipo economico con creazione di nuove imprese e posti di lavoro, oltre che avere positive ricadute in termini di costi di riciclo-smaltimento più bassi pagati dalla collettività". Così il presidente dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato Giovanni Pitruzzella in audizione in commissione Ambiente a Palazzo Madama sui profili concorrenziali della gestione dei rifiuti solidi urbani. Per il presidente dell'Antitrust servirebbe offrire soluzioni per un "miglior assetto che potrebbe assumere la fase della raccolta in monopolio legale", ma anche "soluzioni tese a limitare i fenomeni di estensione verticale ed orizzontale del monopolio", oltre che un "ripensamento" del sistema dei consorzi, dal Conai (Consorzio nazionale imballaggi) ai vari consorzi di filiera.

U.E. - Firma digitale e E-mail certificata. Primo via libera

  • PDF

Via libera alla firma digitale e alla posta elettronica certificata a livello europeo. A Bruxelles, il presidente di turno del Consiglio europeo delle telecomunicazioni, Antonello Giacomelli, e la parlamentare europea Marita Ulvskog in qualità di rapporteur firmeranno elettronicamente il regolamento eIDAS (electronic identification and trust services for electronic transactions in the internal market), che consentirà di dare valore legale all'identificazione, al riconoscimento e alla firma digitali di ogni persona giuridica negli stati Ue, pubblica e privata. La firma sarà apposta con una smart card personale."Il regolamento rappresenta il primo passo concreto in direzione del mercato digitale unico - spiega il sottosegretario alle tlc Giacomelli - per esempio, con la firma elettronica europea le Pmi potranno partecipare senza carte né bolli ai bandi di gara di tutti i paesi Ue. Il digitale è la strada principale per far ripartire l'economia europea".

U.E. - Diritti consumatore. Protocollo d'intesa tra Ivass e Antitrust

  • PDF

Il Presidente dell’Istituto per la Vigilanza sulle assicurazioni (IVASS), Salvatore Rossi, e il Presidente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM), Giovanni Pitruzzella, hanno firmato un Protocollo d’Intesa in materia di tutela dei consumatori nel mercato assicurativo.

Il Protocollo, che integra il precedente Protocollo generale di intesa del 2 agosto 2013 sulla cooperazione Antitrust - IVASS, implica un rafforzato coordinamento tra le due Autorità volto a garantire una efficace tutela dei consumatori nei rapporti con le imprese di assicurazione e con gli intermediari assicurativi anche mediante lo scambio di informazioni e dati acquisiti nell’esercizio delle rispettive funzioni, sempre nel rispetto dei principi di autonomia e indipendenza.

Gaetano Manfredi nuovo rettore della Federico II

  • PDF

È Gaetano Manfredi, 50 anni, ingegnere, professore di Tecnica delle costruzioni, il nuovo Rettore dell'Università di Napoli Federico II. È stato eletto il 5 giugno 2014, alla prima tornata, con il 90% delle preferenze, Manfredi sarà in carica dal 1° novembre 2014 al 31 ottobre 2020.
Gaetano Manfredi è stato proclamato Rettore dal decano della Federico II, il professor Raffaele de Luca Tamajo.
‘Ritengo di rappresentare un mandato di grande unità e competenze - ha dichiarato Manfredi ringraziando i suoi elettori -. Avverto una grande responsabilità. L’impegno di quanti hanno votato non finisce con l’espressione alle urne ma deve continuare giorno dopo giorno, ciascuno per le proprie competenze, all’interno di questa comunità. Abbiamo molte cose da fare insieme, la percezione esterna della qualità di questo Ateneo è molto inferiore della qualità reale. L’impegno comune è di lavorare sempre meglio e di portare a conoscenza di tutti le nostre eccellenze’.

Morte di un clochard: la Napoli del centro antico lo onora

  • PDF

Se ne è andato in una notte gelida di pioggia insistente, Antonio detto ‘O barone uno dei tanti “invisibili” che la Città dei benpensanti e dell’indifferenza, quella stessa che non si accorge di una povera ragazza sequestrata dalla stessa madre e costretta all’umiliazione del degrado morale e fisico, non riesce a vedere o fa finta di non vedere!  

Ma l’altra città, la Città solidale, quella più prossima alla sofferenza e che non nega a nessuno un momento di conforto e di aiuto, la Città dei commercianti, degli studenti e degli abituali frequentatori di Piazza San Domenico Maggiore e della zona del Nilo, non gira mai lo sguardo dall’altra parte. Nel corso di questi anni, quando ‘O barone: un clochard che lasciava intravedere dai suoi comportamenti e dalle sue “pillole di saggezza” un passato fatto d’istruzione e di conoscenza, si era trasferito proprio in questa zona dove già qualche tempo fa si era rifugiato un altro “invisibile”; uno straniero che in questo luogo voleva morire ma che lo stesso popolo solidale salvò dall’indifferenza anche delle Istituzioni, ha sempre ricevuto cibo, una coperta calda, un buon bagno ristoratore ed un taglio di capelli e quest’uomo, abbandonato dai suoi cari, con grande dignità, ripagava tutti questi “amici” con una parola al posto giusto o una frase d’incoraggiamento.

“Innovaction in your city”. A Napoli l’evento per l’Internazionalismo del Terzo Settore

  • PDF

AIESEC Parthenope presenta l’iniziativa per la cooperazione tra l’associazione studentesca internazionale e le organizzazioni operanti sul territorio.
Il 29 gennaio l’Università degli Studi Di Napoli Parthenope nella sede in via Generale Parisi – ore 10 - ospiterà l’evento “Innovaction in your city”, organizzato dall’associazione AIESEC Parthenope. Obiettivo della conferenza è focalizzare l’attenzione sul programma “Help to Help”, nato su iniziativa del comitato AIESEC Italia. Interverranno alla giornata – evento: Claudio Quintano, Rettore dell’Università degli Studi di Napoli Parthenope, Alessandra Clemente, Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli, Federica Ercolanese, Presidente AIESEC Napoli Parthenope, Antonio Schiattarella, Vice Presidente Mobilità Internazionale in entrata AIESEC Parthenope, Marina Romano, Docente di Diritto degli Enti No Profit – Università degli Studi di Napoli Parthenope, Pasquale Leone, referente del Presidio LIBERA Campania, Caterina Musella, Presidente AIMA Campania, Vincenzo De Luca Bossa, Presidente TERRA DI CONFINE, 16 stagisti internazionali coinvolti nel progetto provenienti da diversi Paesi tra i quali Indonesia, India, Cina, Argentina, Kazakistan.

Galleria Principe di Napoli. Riqualificazione incompiuta per la Galleria del degrado

  • PDF

La denuncia del Comitato Portosalvo sui primi lavori di restauro della Galleria
La Galleria Principe di Napoli, patrimonio dell’Unesco, torna a far parlare di sé. Lo stato di abbandono in cui versa la struttura e l’occupazione di alcuni locali comunali hanno riacceso i riflettori su una realtà a lungo dimenticata. Dopo il primo progetto di riqualificazione varato dalla Giunta Jervolino nel 2009, anche l’amministrazione guidata dal Sindaco Luigi de Magistris ha presentato un nuovo piano d'intervento finalizzato alla valorizzazione della Galleria. Si tratta del progetto “Common Gallery” per il recupero di navata, porticati e della Sala Gemito. Il Comune di Napoli presenterà a breve un bando per assegnare i 600 mila di euro stanziati per il finanziamento dei lavori di restauro.

Epatologia in Campania: Rete ospedaliera inadeguata e alta incidenza di malattie

  • PDF

“In Campania c’è la più alta prevalenza ed incidenza di malattie epatiche virus correlate: prevalenza Epatite C in Italia 3% popolazione, in Campania fino al 14% in alcune aree, e solo una piccola percentuale di pazienti viene sottoposta ai trattamenti antivirali oggi efficacissimi, poi nella nostra regione a fronte di una forte richiesta di salute per malattie epatiche c’è il 4% di ospedalizzazione contro meno dell’1% nelle regioni del nord. Vi è, però, una rete ospedaliera inadeguata e non razionalmente distribuita sul territorio”. Lo afferma il dottor Ernesto Claar, responsabile dell’ambulatorio di Epatologia e Nutrizione clinica dell’Ospedale Evangelico Villa Betania e segretario regionale Aigo Campania, Associazione Italiana Gastroenterologi Ospedalieri.

Agenzie di Cittadinanza per la VI Municipalità

  • PDF

Parte il Progetto “Tutti per uno, ognuno per gli altri – Agenzie di Cittadinanza per Ponticelli, Barra, San Giovanni a Teduccio”
E' stata presentata nella Sala Nugnes del Consiglio comunale di Napoli, in Via Verdi, il Progetto Agenzie di Cittadinanza per la VI Municipalità di Napoli. “Un importante progetto volto a valorizzare le risorse del territorio, attraverso lo scambio di prestazioni volontarie e gratuite tra gli iscritti alla Banca del Tempo”, - afferma a margine della conferenza, l'Assessore al Welfare del Comune di Napoli, Roberta Gaeta. Sono intervenuti a seguire, il Responsabile Progettuale del CSV Napoli, Nazzario Festeggiato, Il Presidente della Commissione Politiche Sociali della VI Municipalità di Napoli, Gianluca Maglione, il Coordinatore Agenzia VI Municipalità, Giovanni Coppola e il Direttore del Distretto 32 della U.O.S.M. -  Asl Na1, Felice Zoena.

Napoli orientale cambia volto con i fondi europei

  • PDF

Approvato dalla Commissione Europea il Grande Progetto ”Riqualificazione urbana Area Portuale Napoli Est”
La Commissione Europea ha approvato un investimento di oltre € 155.000.000 del Fondo europeo di sviluppo regionale per riabilitare una delle aree più svantaggiate del Comune di Napoli. Il progetto prevede il potenziamento della rete stradale esistente, il miglioramento dell'accessibilità alle infrastrutture e la riabilitazione di spazi pubblici. Sarà inoltre possibile creare più di 500 posti di lavoro e nuove opportunità per i 3,5 milioni di abitanti dell'area metropolitana di Napoli e per le imprese operanti nel settore, che contribuiscono allo sviluppo economico della regione Campania.

Pino killer, il Comune sapeva!

  • PDF

È quanto si legge sul Mattino di oggi. Un barista telefonò ai Vigili del fuoco, la segnalazione al Municipio è stata recuperata dagli inquirenti. Viene a cadere, dunque, l'ennesima spiegazione consegnata dal Vicesindaco Tommaso Sodano in un'intervista al Corriere del Mezzogiorno, tesa a sollevare dalle responsabilità l'amministrazione comunale.
Alla domanda di Paolo Cuozzo sugli allarmi rimasti inascoltati, Sodano risponde: "Allarmi non sono certo arrivati a noi. Da un controllo effettuato abbiamo verificato che né al mio assessorato, né all'ufficio parchi e giardini né, soprattutto, alla Protezione civile sono giunte segnalazioni. Così come ritengo che se fossero stati allertati i vigili del fuoco, e avessero ravvisato pericoli, avrebbero poi potuto, autonomamente, proceduto a tagliare l'albero. E di sicuro avrebbero avvertito il Comune. Ma così non è stato".

Crolla albero in via Aniello Falcone: muore una donna

  • PDF

Episodio analogo in via Caracciolo nel 2006: centaura uccisa da un lampione
Una donna di circa 40 anni, che era alla guida della sua automobile a Napoli, è morta schiacciata da un albero caduto sulla strada che stava percorrendo. La tragedia è avvenuta in via Aniello Falcone. La vittima transitava in quel momento in una delle strade più apprezzate e panoramicche della cirtrà a bordo della propria Fiat Panda quando un pino si è abbattuto sulla sua vettura.

Una tragica fatalità con un precedente: un dramma analogo già vissuto a Napoli nel dicembre del 2006, quando una giovane donna fu travolta da un lampione in via Caracciolo mentre percorreva la strada in sella al suo motorino. In quell'occasione vennero individuati dei responsabili: i due funzionari della Ati Acea (la società che all’epoca dei fatti gestiva la manutenzione dei punti luce in città) che avevano la competenza nella manutenzione del lampione crollato in via Caracciolo. Per loro un anno e otto mesi di reclusione.

Appalti Coppa America, perquisizioni Gdf

  • PDF

Indagati il fratello del Sindaco, il capo di gabinetto Auricchio, Maddaloni, Graziano e Hubler
Perquisizioni della Gdf realizzate nel corso della giornata presso gli uffici del Comune di Napoli, di Acn, Unione Industriali nell'inchiesta sugli appalti per le due edizioni della Coppa America a Napoli. L'ipotesi di reato è di concorso in turbativa d'asta. L'inchiesta riguarda presunte irregolarità negli appalti. Tra gli indagati: il fratello del sindaco, Claudio de Magistris; il capo di gabinetto del sindaco Attilio Auricchio, il presidente della Camera di Commercio Maurizio Maddaloni, il presidente degli Industriali Paolo Graziano, e Mario Hubler, dirigente di Acn.

Per gli inquirenti ci sarebbero state irregolarità su quattro assegnazioni di appalti per le regate di Coppa America, con ritardi nella definizione dei bandi e gare realizzate con affidamento diretto per i tempi ristretti rispetto all'evento. Incongruenze ampiamente sottolineate in occasione della prima serie di regate, ma un caso che si è incredibilmente ripetuto anche per la seconda serie di regate, quando gli organizzatori hanno replicato la formula nonostante un anno a disposizione per portare a compimento i lavori propedeutici alla realizzazione dell'evento.

Sequestrati i terreni ex Italsider ed Eternit: disastro ambientale

  • PDF

(Adnkronos) - I carabinieri del comando provinciale e del Noe di Napoli stanno eseguendo un provvedimento di sequestro preventivo dei siti degli ex complessi industriali Italsider ed Eternit di Bagnoli. Il sequestro e' stato disposto, su richiesta della Procura della Repubblica di Napoli-sezione reati contro la P.A. e reati in materia ambientale dal gip del tribunale di Napoli, in composizione collegiale.

Le indagini della Procura hanno evidenziato "l'omessa bonifica dei terreni, nonché l'intervenuto ulteriore aggravamento dello stato di inquinamento dei terreni dell'area del complesso ex industriale rispetto alla condizione pre-bonifica"

Nel Tirreno si aggrava la morìa di delfini.

  • PDF

Nuovi dati dalla rete di monitoraggio dell'Ambiente. Le cause da ricercare in un virus
Si aggrava in queste ore il bilancio dei delfini morti nel Tirreno dopo le recenti segnalazioni da parte della rete scientifica di monitoraggio predisposta dal ministero dell’Ambiente.
Sono 8 i nuovi spiaggiamenti di carcasse di delfino nella varietà stenella striata (stenella coeruleoalba). Sale così a 42 il bilancio complessivo degli esemplari di stenella spiaggiati dal 5 gennaio. Un allarme ambientale nei mari italiani che ha portato fra gennaio e febbraio una mortalità anomala di stenelle tra Toscana, Lazio, Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna, contro la media storica di meno di 4 animali l'anno.

Nei Comuni arriva il catasto degli alberi. Clini: "Un passo per avere città più sostenibili"

  • PDF

Una pianta anche per i bambini adottati - Norme a difesa degli alberi storici e monumentali - I sindaci dovranno pubblicare il bilancio "verde" al termine del mandato
"Un passo importante per lo sviluppo sostenibile delle città italiane e per diffondere la cultura del verde": con queste parole il ministro dell'Ambiente, Corrado Clini, commenta l'entrata in vigore della legge sugli spazi verdi urbani, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale. Questo provvedimento conferma la Giornata nazionale degli alberi, che si terrà ogni anno il 21 novembre per perseguire "attraverso la valorizzazione dell’ambiente e del patrimonio arboreo e boschivo l’attuazione del protocollo di Kyoto e le politiche di riduzione delle emissioni, la prevenzione del dissesto idrogeologico e la protezione del suolo, il miglioramento della qualità dell’aria, la valorizzazione delle tradizioni legate all’albero nella cultura italiana e la vivibilità degli insediamenti urbani”.

"Nessun pericolo dalle perforazioni dei Campi Flegrei"

  • PDF

Intervista esclusiva a Stefano Carlino, ricercatore impegnato nel progetto scientifico Campi Flegrei Deep Drilling Projet. "L'obiettivo primario è scientifico, ma esiste anche un interesse per la geotermia. Allarmismi prodotti dalla disinformazione".
L’area dell’ex polo industriale di Bagnoli è da tempo l’oggetto di velenose polemiche per la mancata o parziale bonifica dei suoli, per la permanenza di quel concentrato di veleni che è la colmata a mare e per la mancata riqualificazione urbanistica. E’ diventata una sorta di contenitore ove collocare le cose più disparate: dalla clinica delle tartarughe al digestore anaerobico per lo smaltimento della frazione umida (150 mila tonnellate annue) dei rifiuti urbani. Un coacervo di strutture e funzioni che denunciano la mancanza di una funzione unitaria per l’intera area e del relativo un progetto organico. Ad oltre vent’anni dall’inizio dei lavori di bonifica dei suoli non si comprende ancora quale sarà il futuro dell’area occidentale di Napoli.

Napoli tradisce il grande sogno di Lamont Young

  • PDF

Una delle tante leggende napoletane narra di un’ombra che nelle rigide notti d’inverno si aggira inquieta sulla stupenda terrazza del Castello di Pizzofalcone. La sua origine affonda le radici nell’amore sofferto e non corrisposto di Lamont Young per Napoli, conclusosi tragicamente con un colpo di pistola alla tempia, proprio su quella terrazza di fronte al mare.
L’architetto e urbanista Young, scozzese di origini ma napoletano di nascita, in questi giorni è tornato d’attualità per un’impropria citazione del professor Fabio Mangone. Nel tentativo di sottrarsi alle polemiche suscitate dal suo progetto di realizzare una incongrua torre di 60 metri di altezza nella piana di Bagnoli, ha sostenuto che il “monolite” è una sorta di omaggio alla memoria di Young. In realtà, quest’ultimo aveva progettato ben altro destino per l’occidente partenopeo.

Ztl, Riviera di Chiaia al collasso, super traffico e polveri sottili

  • PDF

Caos nelle ore di punta con il nuovo provvedimento. E ci sono i furbi  che trovano il modo di aggirare il dispositivo
di CRISTINA ZAGARIA - La Repubblica Napoli

ORE 8: la Riviera di Chiaia va in tilt, esplode piazza Sannazaro, la corsia che corre verso est è intasata di auto. Nella trappola anche i bus e qualche taxi. Dopo mezz'ora scatta la Ztl e verso le 10 il traffico si decongestiona. Ma si tratta solo di una lunga pausa. Alle 14 i varchi si aprono. Ore 17.30: la Riviera di Chiaia si blocca di nuovo (fino a sera), ma nel senso opposto, da piazza Municipio a Piedigrotta. Tempo di percorrenza medio da piazza San Pasquale al tunnel che va verso Fuorigrotta: 45 minuti.

Professionisti dell'antiracket e solidarietà fumose

  • PDF

La mobilitazione dopo l'incendio - molto probabilmente accidentale - della pizzeria Sorbillo. Il silenzio dietro l'attentato subito da un commerciante di Bagnoli impegnato a combattere l'usura.
Cose che succedono a Napoli. Una delle pizzerie più gettonate della città va a fuoco nella notte del 27 aprile, secondo i vigili del fuoco intervenuti, molto probabilmente per un corto circuito. Solo chi ha investito passione, tempo e denaro può conoscere il dolore provato nel vedere il risultato di una vita di lavoro andare in fumo nel corso di poche ore. Occorre mostrare rispetto e solidarietà per il proprietario e i dipendenti di quel posto.

De Magistris e l'immunità. Primi no dall'Europa

  • PDF

La Commissione Giuridica del Parlamento europeo nega l'immunità al Sindaco di Napoli. Primo passo verso il processo richiesto da Enza Bossio, assolta nel processo "Why not" e sentitasi diffamata dal libro dell'ex pm
Tanto sprezzante verso le immunità di politici eccellenti, Luigi de Magistris nel tempo ha maturato una particolare sensibilità verso la sua di immunità. Già in campagna elettorale nella corsa a primo cittadino di Napoli, è ricorso all'immunità di europarlamentare per rintuzzare le querele del suo acerrimo nemico Clemente Mastella.

mediformazione

Giornalista AAA
Diventare Giornalista...

Ambiente pulito

Mela verde
La differenziata come frutto...

Editoria Digitale

JA Teline IV
per diventare Editori FaidaTE...

Moda & Stile

Moda Modella
Quando la moda non è immagine...