Lun16072018

Agg.:04:32:31

da Legno Storto:

Benvenuto in Medinapoli News !!!

MediNapoli

MediNapoli

Mercoledì 01 Marzo 2017 13:59

Giornalismo Sportivo 3.0

I nuovi  linguaggi dello Sport
LO SCENARIO
- La rivoluzione digitale ha trasformato la professione del giornalista e dei comunicatori in senso più ampio. La figura del giornalista è in continua evoluzione, chiamata a utilizzare e rispettare le regole del web 3.0. In meno di 20 anni si è passati dall'uso del pc a quello di internet, dal giornale cartaceo ai giornali online, fino ad arrivare alla produzione di informazioni diffusa attraverso device sempre più piccoli e diffusi come gli smartphone.
Una mutazione continua, se è vero che oggi - visto il crescente successo delle immagini come mezzo di comunicazione - la strategia di molti grandi gruppi digitali sta passando da "mobile first" a "video first".

I nuovi scenari consegnano una figura professionale evoluta. Il giornalista contemporaneo somiglia solo vagamente a quello del passato, chiamato a rispettare le immutabili regole deontologiche, laddove l'informazione corretta e veritiera resta l'imperativo inderogabile di ogni attività di informazione.

Alla regola intramontabile delle 5W, andranno aggiunte quelle imposte dagli strumenti digitali. Gli algoritmi che governano motori di ricerca e social, la semantica per la rete, le keywords per un miglior posizionamento, la fruibilità delle notizie, ampliano le competenze richieste ai comunicatori, inglobando principi di informatica, di analisi e grafica, creazione immagini, produzione video e post-produzione.

WORKSHOP con Peppe Iannicelli e Dario Ascoli, a Napoli mercoledì 13 marzo dalle ore 15
La promozione di film, la presentazione di spettacoli teatrali, la realizzazione di concerti e festival musicali: ogni spettacolo o evento culturale necessita di un'adeguata comunicazione. Con il Workshop tenuto da Peppe Iannicelli e Dario Ascoli, si introdurrà alle tecniche di costruzione e produzione della vasta attività che precede e accompagna l'organizzazione di uno spettacolo; analizzeremo le caratteristiche necessarie per svolgere il ruolo di addetto stampa e gli strumenti usati: comunicati stampa, rassegne stampa, conferenze stampa, creazione e gestione di mailing list.

PROGRAMMA DIDATTICO
Il workshop affronta la materia in forma teorica, con esempi pratici forniti dai docenti, analizzando le procedure per l'organizzazione, la gestione e promozione di eventi dello spettacolo (eventi musicali, teatrali, operistici). In particolare verranno analizzate le regole fondamentali da seguire, l'organizzazione dell'ufficio stampa, il ruolo dell'addetto stampa. Ogni aspetto dell'attività di comunicazione sarà analizzato accuratamente attraverso l'uso di strumenti giornalistici e redazionali, tenendo in considerazione l'esigenza di veicolare le notizie nel modo più corretto ed efficace.

Martedì 05 Marzo 2013 15:34

Corso di dizione

CORSO DI DIZIONE
Il corso permette di perfezionare la capacità di comunicazione attraverso l’acquisizione delle più innovative tecniche di controllo della voce. Obiettivo principale è l’eliminazione delle fastidiose cadenze dialettali e dei più comuni difetti di pronuncia.
È rivolto a tutti coloro che desiderano perfezionare la propria dizione. In particolare è indicato per coloro che lavorano a contatto con il pubblico e per i “professionisti della parola”: giornalisti, avvocati, docenti, venditori, presentatori, speaker radiofonici, doppiatori, cantanti e attori.

Durata corso - 30 ore (10 incontri di 3 ore ciascuno)

Prezzo - 300,00€ (150€ all'atto dell'iscrizione, parte restante pagabile in tre soluzioni)

ATTESTATO - Ai corsisti che avranno frequentato almeno il 70% del monte ore verrà rilasciato attestato + scheda di certificazione delle competenze + lettera di valutazione

METODOLOGIA DIDATTICA
Il corso è organizzato con ore di didattica frontale ed esercitazioni. È supportato da dispense e materiale didattico in distribuzione nel corso delle lezioni.

DESTINATARI
Il corso di dizione è aperto a tutti. È un corso base, pensato per chi inizia o ha iniziato da poco la cura e l'impostazione della voce. È rivolto a lavoratori, studenti o semplici curiosi che hanno voglia di migliorarsi. Si pensa spesso, infatti, che una dizione pulita sia una necessità esclusiva degli attori, dei giornalisti e dei professionisti della voce. Ma non è così. Tutti dovrebbero frequentare un corso di dizione per migliorare il proprio modo di parlare e rendere più chiara ed efficace la comunicazione interpersonale.

MATERIE DI STUDIO:
- La Fonetica
- La respirazione diaframmatica
- Le regole tecniche della dizione
- Accento tonico e Accento fonico
- Le 'sette' vocali
- Ortoepia (corretta pronuncia delle consonanti)
- L'articolazione
- Potenziamento vocale
- Correzioni di eventuali difetti (voce tremolante, cadenze dialettali, voce troppo acuta o troppo bassa, ecc.)
- Dalle intonazioni all'interpretazione
- Lettura Espressiva

CALENDARIO
Il calendario delle lezioni è strutturato su incontri di 3 ore ciascuno (con intervallo tecnico) che si svolgeranno una volta la settimana, per n. 10 incontri dedicati alla teoria e alla pratica.

INFO: 3398347817 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
CORSO DI DIZIONE
PERIODO DI REALIZZAZIONE    MARZO - MAGGIO 2013
LUOGO    Aule didattiche I.n.p.d.a.p. - via De Gasperi, 55 - Napoli
DURATA    30 ore
PREZZO    300,00€ (IVA 21% inc.)
SCONTO    10% per chi si iscrive entro il 15 febbraio 2013
10% per chi effettua il pagamento dell'intera quota entro la seconda lezione
MODALITÀ DI ISCRIZIONE    Compilare il modulo di iscrizione e versare la quota di 150€



DIRETTORE DEL CORSO

Salvatore Orefice nasce a Napoli nell'ultimo squarcio degli anni sessanta. Si laurea in Mediazione Linguistica e Culturale presso I'Istituto Universitario Orientale di Napoli. Napoletano di nascita, ma europeo di adozione, scopre presto la sua passione per il teatro. Inizialmente lavora con  compagnie amatoriali mettendo in scena prevalentemente testi del repertorio classico di tradizione napoletana (Eduardo, Viviani, Scarpetta). In seguito sente il bisogno di una crescita professionale, si diploma al Teatro Stabile di Parma e alla Scuola di Cinema di Roma.

In teatro è diretto, tra gli altri, da Gigi Dall’Aglio, Valerio Binasco, Massimíliano Farau, Ruggero Cappuccio, Geppy Gleieses, Walter Manfrè. Il Cinema lo vede impegnato sotto la direzione artistica dí Stefano Amatucci, Rossano Mancin, Salvatore Samperi, Steno, Luciano Odorisio, Sandro Dionisio e altri. Militante attivo e creativo nell'ambito dello spettacolo, in quindici anni di attività affronta e porta in scena generi e autori fra i più disparati, esprimendosi in più moduli recitativi, dal comico al drammatico, dal tragico alla commedia di costume.

Negli ultimi tempi sta lavorando sulle favole di G. Rodari nell'ambito di progetti scuola elementare e media. Salvatore ha anche una buona conoscenza della lingua tedesca, ha condotto un laboratorio teatrale presso una Volkshochschule a Monaco di Baviera dove ha realizzato una "mise en espace" da un capitolo di Pinocchio. Figurano nel suo repertorio decine di testi di autori di tutte le epoche.

Intensa è anche la sua attività di insegnante di recitazione presso scuole pubbliche, università e associazioni culturali. Formatore di giovani attori, realizza e conduce laboratori di teatro e corsi di dizione. Nel 2009 è autore del manuale "Ben detto!", corso di dizíone con allegato cd audio edito dalla F.lli Ferraro Editori in distribuzione nazionale per I'anno scolastico 2009/2010 per le classi di scuola media inferiore pubbliche e nelle librerie Feltrinelli e Mondadori. Nel 2012 per la Edizioni Simone pubblica una App per iPhone e iPad della Apple dal titolo "Corso di Dizione".
Dal 2013 ha assunto la direzione del corso di dizione organizzato da MediNapoli e rivolto a giornalisti e professionisti.

Martedì 17 Aprile 2012 09:12

CORSO DI GIORNALISMO DELLO SPETTACOLO

Diretto da Dario Ascoli
Il corso, avvalendosi dell'importante contributo di più apporti e approcci disciplinari e metodologici, si propone come luogo di confluenza e d'irraggiamento culturale, sviluppando i vari saperi e pratiche, per offrire nuovi stimoli di riflessione e approfondimento.
Con il termine “spettacolo” ci si vuole riferire, oltre che al teatro, alla cinematografia, alla radiofonia, alla televisione, alle nuove forme comunicative rese possibili dalle tecnologie multimediali e per critica dello spettacolo si intende lo studio, l'analisi e l'approfondimento sia di un testo drammatico che della sua messa in scena.

Il linguaggio giornalistico è in continua evoluzione, soprattutto in questo periodo storico in cui ci troviamo a vivere in quella che Massimo Gaggi e Marco Bardazzi hanno definito “era di vetro”. L’era di vetro ci regala un’informazione più trasparente ma anche maggiormente fragile. La partecipazione dei lettori alla costruzione e alla diffusione delle notizie hanno prodotto un sensibile ridimensionamento della qualità offerta, mentre il modello dominante è quello delle agenzie stampa. Le scarne redazioni locali si limitano a intercettare le notizie adottando specifiche di elaborazione in grado di renderle più accattivanti agli occhi del fruitore finale, scadendo spesso nella morbosità. Oggi siamo dinanzi a un bivio: da una parte la polverizzazione dell’offerta informativa che pone le redazioni indifferentemente sullo stesso piano con un’offerta livellata verso il basso, dall’altra l’opportunità di differenziarsi proponendo una visione dell’attualità in grado di garantire interpretazioni originali degli avvenimenti, figlio di un giornalismo d’inchiesta che sa creare un valore aggiunto. 

Diretto da PEPPE IANNICELLI
Introduzione alla scrittura giornalistica

OBIETTIVI DEL CORSO
- La professione del giornalista sta cambiando radicalmente e va inquadrata in un ambito evoluto destinato a mutare anche le forme di accesso alla professione.
Il corso si pone l’obiettivo di:
-  offrire al candidato primi strumenti per l’inserimento nel mondo del lavoro settoriale;
- fornire una formazione introduttiva sulle differenti tecniche dell’informazione giornalistica e della comunicazione in senso lato;
- offrire l’opportunità di apprendere linguaggi e tecniche attuali di scrittura con cui si veicola l’informazione attraverso i media.

CONTENUTI DEL CORSO
- La comprensione del linguaggio giornalistico nelle sue molteplici forme, dalla stampa quotidiana e periodica ai giornali digitali, attraverso la simulazione della vita di redazione che spazia dalla rassegna stampa all’organizzazione del “timone”, dalla ricerca delle informazioni al rispetto dei tempi di redazione. Oggetto di studio anche l’impaginazione del giornale, l’organigramma redazionale, le rotazioni dei turni di lavoro, la scrittura di un articolo, la verifica delle fonti giornalistiche, la punteggiatura, la realizzazione di interviste, comunicati stampa, la titolazione, come si segue una conferenza stampa, come si titola un pezzo.

ARTICOLAZIONE - Il corso prevede una parte teorica che fornirà all’allieva/o le necessarie conoscenze di linguaggio e le nozioni fondamentali del giornalismo
L’attività è articolata come segue:
-    Modulo di Introduzione al Giornalismo;
-    Modulo di Laboratorio
Totale ore didattica (lezioni + laboratorio) = 32
È prevista la pubblicazione degli articoli realizzati durante i laboratori sulla versione online del giornale. In dipendenza delle esigenze della classe di partecipanti, potranno essere, inoltre, previste altre attività di approfondimento, a completamento di quella più strettamente didattica, quali visite, incontri, eventi, seminari.

METODOLOGIA DIDATTICA

Il corsista sarà messo nelle condizioni di potenziare le capacità di osservazione, di analisi e di critica. Saranno analizzati i diversi linguaggi adottati nel giornalismo. 
Il corso è supportato dalla visione di video, dall’ascolto di cd nonché di interventi occasionali di addetti ai lavori. Verranno presi in esame esempi di cronache, critiche, interviste, inchieste, ritratti. È prevista un’intensa attività di laboratorio nel corso della quale sono previste esercitazioni scritte.

DURATA
8 lezioni settimanali (3,5 ore ciascuna)

DESTINATARI
- Chiunque voglia acquisire i primi fondamenti dell’attività giornalistica  

COSTO – 300,00€ IVA inc. (150,00€ all’atto dell’iscrizione – seconda quota entro la metà del corso)

Le iscrizioni sono aperte. Per informazioni aggiuntive o per iscriversi: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - tel. 081269459 (dalle 08.00 alle 11.00 - dopo le 19.00) - mob.: 3398347817

PROGRAMMA
Modulo 1 – Introduzione al giornalismo
Editing finalizzato alla scrittura giornalistica (teoria dell’editing, la punteggiatura, grammatica e sintassi corrette, il lessico, definizione formale del testo). Elementi e metodi della comunicazione. Le leggi che regolano il sistema giornalistico italiano (la Costituzione, legge sulla stampa del ’48, legge del ’63 che ha istituito l’Ordine professionale, e così via) - Etica e deontologia: la concezione alla base del giornalismo; le norme della deontologia (art. 2 della legge n.69, la Carta di Treviso, la Carta dei doveri, il codice deontologico previsto dalla legge del 1996 sulla privacy) - Procedimento disciplinare e sanzioni. La carta stampata. Uffici stampa. Agenzie di stampa. Free press. Web journalism.

Modulo 2 - Laboratorio di giornalismo

Come si tratta una notizia nei suoi diversi generi - come si scrive un articolo – verifica delle fonti giornalistiche – tecniche di punteggiatura – gli errori da evitare – come si realizza un’intervista – come si batte un comunicato stampa – come si titola un pezzo – come si cerca un’informazione – gestione della rassegna stampa – organizzazione del Timone – riunione di redazione - analisi della struttura di un giornale – come si impagina un giornale – l’organigramma di una redazione e sua organizzazione




Promosso da MediNapoli e dall’associazione di cultural management Librincircolo
MEDINAPOLI Soc. Coop. di Lavoro a r.l.
Piazza Garibaldi, 101 - 80142 Napoli
P. IVA 05586311217
Tel. 081269459 – Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - contatto mobile: 3398347817

 

Mercoledì 01 Dicembre 2010 08:36

Costi e modalità di iscrizione

Di seguito le info sul corso, sui costi e sulle modalità di iscrizione. Scarica il modulo allegato

mediformazione

Giornalista AAA
Diventare Giornalista...

Ambiente pulito

Mela verde
La differenziata come frutto...

Editoria Digitale

JA Teline IV
per diventare Editori FaidaTE...

Moda & Stile

Moda Modella
Quando la moda non è immagine...