Lun20112017

Agg.:03:11:15

da Legno Storto:

Benvenuto in Medinapoli News !!!

Back Formazione Formazione News Sporivo Giornalismo Sportivo 3.0
01 Mar 2017

Giornalismo Sportivo 3.0 In evidenza

Valuta questo articolo
(6 voti)

I nuovi  linguaggi dello Sport
LO SCENARIO
- La rivoluzione digitale ha trasformato la professione del giornalista e dei comunicatori in senso più ampio. La figura del giornalista è in continua evoluzione, chiamata a utilizzare e rispettare le regole del web 3.0. In meno di 20 anni si è passati dall'uso del pc a quello di internet, dal giornale cartaceo ai giornali online, fino ad arrivare alla produzione di informazioni diffusa attraverso device sempre più piccoli e diffusi come gli smartphone.
Una mutazione continua, se è vero che oggi - visto il crescente successo delle immagini come mezzo di comunicazione - la strategia di molti grandi gruppi digitali sta passando da "mobile first" a "video first".

I nuovi scenari consegnano una figura professionale evoluta. Il giornalista contemporaneo somiglia solo vagamente a quello del passato, chiamato a rispettare le immutabili regole deontologiche, laddove l'informazione corretta e veritiera resta l'imperativo inderogabile di ogni attività di informazione.

Alla regola intramontabile delle 5W, andranno aggiunte quelle imposte dagli strumenti digitali. Gli algoritmi che governano motori di ricerca e social, la semantica per la rete, le keywords per un miglior posizionamento, la fruibilità delle notizie, ampliano le competenze richieste ai comunicatori, inglobando principi di informatica, di analisi e grafica, creazione immagini, produzione video e post-produzione.

INTRODUZIONE - La rivoluzione digitale sta trasformando anche il Giornalismo Sportivo. Precursore dei nuovi modelli comunicativi, la narrazione dello sport ha influenzato da sempre la cultura e il mondo della comunicazione. Dalla letteratura degli albori al racconto televisivo moderno, oggi il giornalismo sportivo si confronta con la sfida offerta dai nuovi strumenti di diffusione delle informazioni. Com'è cambiato il modo di raccontare gli eventi sportivi e, soprattutto, come sta cambiando nella cosiddetta “era di vetro” (Massimo Gaggi, Marco Bardazzi: L’ultima notizia)? Dalla sparizione dei predicati verbali nei titoli di giornali sono passati poco più di dieci anni, ma i cambiamenti corrono veloci, con annessi rischi. La narrazione collettiva alla portata di tutti tende a trascendere nel gossip sportivo, mortificando la riflessione e il confronto stimolante. In un contesto in cui il livellamento verso il basso ha permesso la massificazione e la standardizzazione dei modelli comunicativi, nuove opportunità sono offerte a chi sarà capace di offrire ai lettori e al mercato un valore aggiunto.
Solo chi saprà offrire competenze trasversali e complementari potrà raccogliere la sfida della qualità, una grande opportunità per le nuove leve e i free-lance, fino ad oggi penalizzati dalla crisi dell'editoria tradizionale.

OBIETTIVI DEL CORSO - Il giornalismo sportivo ha visto mutare negli anni i suoi caratteri predominanti, rivoluzionato dalla tv e dalla diffusione di internet che hanno cambiato sia il modo di gestire l’informazione sia la velocità con cui questa raggiunge il pubblico. Il corso si pone l’obiettivo di introdurre gli allievi alle dinamiche dell’informazione sportiva. I partecipanti avranno la possibilità di sviluppare competenze settoriali, ma anche di conoscere le fonti di informazione principali per avvicinarsi al mestiere grazie a un corso compatto articolato su moduli teorici e pratici con il contributo di docenti e giornalisti affermati provenienti direttamente dal mondo del giornalismo sportivo, in grado di far acquisire le tecniche essenziali per la redazione di un servizio giornalistico per la carta stampata, la radio, la televisione e la stampa web.

METODOLOGIA DIDATTICA
Il corsista sarà messo nelle condizioni di potenziare le capacità di osservazione, di analisi e di critica sportiva. Saranno analizzati i diversi linguaggi adottati nel giornalismo sportivo e l’uso delle tecniche di produzione e di organizzazione dell’informazione e della comunicazione in base ai vari media adottati.
Il corso è supportato dalla visione di video, dall’ascolto di brani nonché di interventi occasionali di addetti ai lavori. Saranno presi in esame esempi di cronache, critiche, interviste, inchieste, ritratti. È prevista un’intensa attività di laboratorio nel corso della quale sono previste esercitazioni scritte.

ARTICOLAZIONE - Il corso è strutturato su un modulo di tre incontri per un totale di 12 ore.  L’obiettivo è fornire gli strumenti di base per affrontare in chiave giornalistica le varie forme della cronaca e della critica sportiva di cui si occupano la stampa quotidiana, quella periodica e i network televisivi.
Gli incontri verteranno su una parte teorica, nel corso della quale saranno fornite ai discenti le necessarie conoscenze di linguaggio e le nozioni fondamentali di questa professione, nel corso delle quali verranno proposte le principali questioni linguistiche, teoriche e metodologiche relative alla critica e al giornalismo nell’ambito dei media e del giornalismo sportivo.
Ogni incontro prevederà la realizzazione del laboratorio, nel corso del quale si procederà alla stesura di articoli e all’analisi delle tecniche di realizzazione di servizi giornalistici per la televisione, dalla registrazione al montaggio.
Totale ore didattica (lezioni + laboratorio) = 12

DURATA 3 lezioni settimanali (4 ore ciascuna)

PERIODO di REALIZZAZIONE
APRILE - MAGGIO 2017

Il calendario delle lezioni è organizzato in una serie di incontri di 4 ore ciascuno (con un intervallo tecnico) che si svolgeranno ogni mercoledì, per n. 3 incontri dedicati alla teoria e alla pratica e per un totale di 12 ore.
Le date (suscettibili di variazioni) sono le seguenti: 26 aprile, 3 e 10 maggio 2017

DESTINATARI
- Il corso è rivolto a tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mestiere del giornalista e a quanti, lavorando già in una redazione, sono interessati a una specializzazione che riguardi il giornalismo sportivo.
Saranno ammessi studenti italiani o stranieri che stiano conseguendo o abbiano conseguito una laurea quadriennale o diploma di  laurea triennale e che intendano meglio qualificarsi professionalmente nell'ambito della comunicazione mediale. Saranno ammessi inoltre diplomati con esperienze professionali e/o specifica formazione nel settore.

DOCENTI

Peppe Iannicelli
Il corso è diretto da Peppe Iannicelli, giornalista e opinionista tv, volto storico di Canale 21. Con Umberto Chiariello protagonista indiscusso di Campania Sport, la trasmissione sportiva con la più ampia rassegna di servizi, interviste e commenti sugli incontri di calcio delle squadre campane militanti nelle serie professionistiche e nella Serie D, autore e conduttore di numerose trasmissioni tra le quali il rotocalco di viaggi, divertimenti e vacanze in onda durante i mesi estivi.

COORDINATORE
Renato Calvi

SEDE CORSO
Corso Umberto I 174 - Napoli (a 200 metri dalla stazione centrale di Napoli)

COSTO

150,00 € (120,00 € per chi si iscrive entro il 25 marzo 2017)

MODULO DI ISCRIZIONE


Le iscrizioni sono aperte. Per informazioni aggiuntive o per iscriversi: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - tel. 081269459 (dalle 08.00 alle 11.00 - dopo le 19.00) - mob.: 3427877704 (Renato Calvi)

 

Altro in questa categoria: « Costi e modalità di iscrizione
Login to post comments