Lun16072018

Agg.:04:32:31

da Legno Storto:

Benvenuto in Medinapoli News !!!

Back Tecnologia News Social Network Your Time on Facebook, un limitatore di tempo contro la dipendenza da social

Your Time on Facebook, un limitatore di tempo contro la dipendenza da social

Lo strumento è in fase di sviluppo e rientra nelle iniziative preannunciate da Zuckerberg di prestare maggiore attenzione al "benessere" dell'utente
Quante ore trascorriamo su facebook? Quanto tempo sottraiamo a quella che indichiamo come "vita reale" a scapito delle relazioni coltivate in modo digitale?

E' in fase di sviluppo una nuova funzione che ci permetterà di avere sotto controllo il tempo dedicato al social più diffuso al mondo. Si tratta di Your Time on Facebook e mira a controllare la dipendenza da smartphone attraverso un limitatore. L'obiettivo di facebook è fare in modo che "il tempo speso su Facebook sia speso bene".

Con questo strumento sarà possibile calcolare il tempo totale passato dagli utenti sulla piattaforma negli ultimi sette giorni, con una media giornaliera settimanale.
La funzione non è del tutto originale e analoghe funzioni sono state avviate da Instagram, dove i frequentatori più assidui del social verranno avvisati attraverso notifiche del tempo trascorso sulla app.
I clienti Apple hanno già da tempo a disposizione "Screen Time" che permette agli utenti di impostare un timer personalizzato per ogni applicazione installata sullo smartphone.

VERSO IL SOCIAL ETICO - Il progetto, scoperto da TechCrunch che lo ha individuato sull'app Android di Facebook, segue una serie di polemiche generate dal ruolo ricoperto da Facebook nella diffusione di fake news, nella gestione della privacy degli utenti e delle tecniche utilizzate dai media digitali per attirare l'attenzione degli utenti. Queste polemiche hanno spinto il management di Facebook ad avviare un nuovo corso, ponendo il benessere degli utenti al centro delle linee di sviluppo della piattaforma, ispirandosi in questo modo a valori etici fin qui non sempre tenuti in considerazione. La svolta fu preannunciata lo scorso gennaio dal fondatore e amministratore delegato, Mark Zuckerberg, allorquando si impegnò pubblicamente a proteggere i dati e le informazioni riservate e ponendo maggior attenzione al "benessere" degli utenti.

mediformazione

Giornalista AAA
Diventare Giornalista...

Ambiente pulito

Mela verde
La differenziata come frutto...

Editoria Digitale

JA Teline IV
per diventare Editori FaidaTE...

Moda & Stile

Moda Modella
Quando la moda non è immagine...