Sab18082018

Agg.:07:25:08

da Legno Storto:

Benvenuto in Medinapoli News !!!

Back Prima Pagina Sezioni Articoli Formazione Comunicazione Formazione giornalisti: anche in Campania arrivano i corsi a pagamento

Formazione giornalisti: anche in Campania arrivano i corsi a pagamento

  • PDF
  • Prec.
  • 1 of 4
  • Succ.

Il presidente Ottavio Lucarelli sosteneva che i corsi in Campania sarebbero stati tutti gratuiti
L'introduzione della formazione professionale continua per i giornalisti ha suscitato vibranti proteste nei mesi scorsi. Molti giornalisti, soprattutto quanti sono contrari all'esistenza stessa dell'ordine, hanno espresso un'opposizione tout court ai percorsi di aggiornamento; altri hanno evidenziato le difficoltà sul piano organizzativo e la diffusione di corsi a pagamento avallati dai vari ordini regionali. In Campania, tuttavia, il Presidente Ottavio Lucarelli aveva rassicurato i colleghi sull'assoluta gratuità degli incontri di aggiornamento. In più occasioni ha illustrato con orgoglio il bilancio del primo anno del piano di formazione per i giornalisti: cinquantesi corsi gratuiti in tutta la regione, centoventi docenti, settemila presenze. Nel dicembre 2014 ricordava che "anche nel 2015 i corsi nella nostra regione saranno tutti gratuiti e l'offerta sarà ampliata ad altri settori tra cui la cultura, lo sport, l'economia e il fotogiornalismo con riferimenti costanti alla Costituzione e alla deontologia".

Le buone intenzioni, evidentemente, si sono dissolte dopo appena un anno e sulla piattaforma S.I.Ge.F., il Sistema Informatizzato di Gestione della Formazione, sono spuntati una miriade di corsi realizzati da soggetti ed enti di formazione privati, molti dei quali a pagamento. Con buona pace del Presidente che appena sei mesi fa chiariva: "Per legge è l’Ordine della Campania – e non altri – a organizzare i Corsi di formazione ed è l’Ordine della Campania ad aver deciso, prima regione in Italia, che tutti i Corsi sono gratuiti".

La formazione obbligatoria, fin qui utilizzata soprattutto per accrescere la visibilità di alcuni giornalisti docenti, già protagonisti a livello sindacale e politico, rischia così di trasformarsi in uno strumento al servizio di chi vuole farne un vero e proprio business con tanto di certificazione dell'Ordine.  

Dopo anni nei quali si sono susseguite le denunce dell'Ordine contro i corsi privati, oggi si pensa bene di mettere il cappello su quelli promossi da un privato in particolare che, dietro il pagamento di una quota d'iscrizione, offre i sospirati crediti formativi. Degli eventi ancora da realizzare nella città di Napoli nel primo semestre 2015, la metà sarà organizzata da soggetti diversi rispetto all'Ordine (13 su 26) e ben dieci sono promossi dalla società di comunicazione e formazione Know K. Questi ultimi sono tutti a pagamento per una cifra compresa tra i 90 e i 140 euro ciascuno. Il tutto rigorosamente all'insegna dell'etica e della deontologia.