Mer15082018

Agg.:07:25:08

da Legno Storto:

Benvenuto in Medinapoli News !!!

Back Prima Pagina Sezioni Articoli Economia

Economia

I dolci made in italy i più richiesti

  • PDF

I prodotti dolciari del nostro paese riscontrano un successo invidiabile perché sono apprezzati anche dagli stranieri e infatti tra panettoni, pandori, uova di cioccolato e tutto il resto le industrie dolciarie italiane hanno esportato prodotti per un ammontare di 350 milioni di euro registrando un aumento del 5,1% rispetto al 2009. Il dato è stato diffuso dal centro studi

di Confartigianato che ha anche stilato la classifica dei paesi stranieri più golosi dei prodotti made in Italy e questi sono i francesi, che si classificano al primo posto con un acquisto di 56 milioni di euro di dolci italiani, i tedeschi, che hanno speso 34 milioni di euro e il Regno Unito che ha comperato 17 milioni di prodotti dolciari italiani. Per quanto riguarda i paesi dell’Unione Europea in crisi si registra anche in questo caso un aumento dell’export e infatti si è riscontrato un aumento del 28% verso la Grecia e un +8% sia in Spagna che in Portogallo.

Antonino Alfano

Il cibo italiano conquista il mondo

  • PDF

I turisti che visitano l’Italia sono conquistati dai prodotti culinari made in Italy e questo secondo la Coldiretti è l’elemento fondamentale che mantiene vivo l’interesse turistico degli stranieri verso il nostro paese oltre alle nostre città piene di magnifiche opere d’arte. Terranostra, che raggruppa gli agriturismi aderenti alla Coldiretti, segnalano una massiccia presenza di turisti che scelgono sempre di più la campagna per assaporare prodotti genuini e per restare a contatto con la natura

mentre con il riconoscimento della dieta mediterranea come patrimonio dell’umanità da parte dell’Unesco si è accentuato maggiormente questo interesse per il cibo italiano che ha giovato al settore turistico. Secondo la Coldiretti uno straniero su due sceglie l’Italia in primis per la bontà dei prodotti della nostra cucina e poi per le altre nostre bellezze naturali e artistiche. In più gli stranieri apprezzano sempre maggiormente lo stile di vita dell’italiano che è caratterizzato dai pasti collettivi dove è possibile accrescere l’interazione con le altre persone soprattutto nelle giornate festive. Infine sempre secondo la Coldiretti uno straniero su due sceglie di visitare l’Italia anche per acquistare i nostri prodotti che all’estero sono equiparati a beni di lusso e soprattutto per essere certi di non incappare in prodotti falsificati il cui giro economico si attesta sui 50 miliardi di euro all’anno.

Antonino Alfano

Il famoso artista televisivo Morgan entra in politica

  • PDF

Vittorio Sgarbi chiama Morgan. Morgan risponde. E’ entusiasta il famoso volto della musica italiana prestato ai programmi televisivi di massa di poter ricoprire il ruolo di assessore al comune di Salemi in Sicilia il cui comune è già alla ribalta per il suo sindaco Vittorio Sgarbi. Dopo gli indiscutibili provvedimenti per abbellire le mura della città il famoso critico e personaggio

televisivo Sgarbi, da sempre voce ribelle della politica italiana, stupisce ancora la politica nostrana spiazzandola e al tempo stesso arricchendola di competenze ed esperienze estranee che di sicuro non potrà che giovare ai cittadini del piccolo comune siciliano. Sgarbi vuole affidargli le deleghe per la creatività, i diritti umani, l’ebbrezza e le visioni. Di sicuro i cittadini di Salemi riconoscono al loro sindaco doti di grande creatività e di visioni.

Antonino Alfano

Accordo tra Befera e la Marcegaglia

  • PDF

L’Agenzia delle Entrate e la società di riscossione dei tributi Equitalia, in persona del presidente Attilio Befera, e la Confindustra giudata dalla leader nazionale Emma Marcegaglia stipulano un accordo per migliorare il rapporto tra istituzioni e contribuenti. La convenzione che sarà rinnovata ogni due anni si riferisce agli obiettivi che riguardano la formazione, la

consulenza e l’informazione alle imprese iscritte a Confindustria per rendere sempre più efficiente il compito di recupero delle somme che lo Stato vanta nei riguardi dei contribuenti morosi e per migliorare il dialogo tra le parti con lo scopo di analizzare i diversi casi in relazione anche alle caratteristiche soggettive dei diversi contribuenti. La nota congiunta - spiegano i due presidenti - è basata sul dialogo costante e costruttivo per rendere un servizio migliore alle imprese.

Antonino Alfano

Le richieste dell’Assofer per sviluppare l’autotrasporto

  • PDF

 

Anche l’Assofer chiede contributi e interventi di politiche di sicurezza per favorire il trasporto su ferro oramai danneggiato dall’ultimo incidente di Viareggio. Alla confereza “Mercintreno” Andreas Nolte, delegato dell’Assofer che rappresenta le imprese di trasporto ferroviario, ha spiegato che la mancanza di una strategia a lungo raggio da parte della dirigenza delle

Ferrovie dello Stato ha provocato danni a tutte le piccole realtà produttive che da decenni investono sul trasporto ferroviario. Al convegno vengono menzionati dati e percentuali inerenti i finanziamenti concessi dallo Stato al settore dei trasporti che ha riservato il 75% dei fondi a quello su gomma. L’Assofer chiede alle autorità politiche maggiori incentivi, interventi per la messa in sicurezza dei trasporti di merci pericolose e infine la liberalizzazione dell’intera rete che ancora al momento attuale risente della mancanza di dinamismo da parte dei privati.

Antonino Alfano