Lun20112017

Agg.:03:11:15

da Legno Storto:

Benvenuto in Medinapoli News !!!

Ipse Dixit

D'Angelo: i soldi per le politiche sociali? Dai tagli e dalla riscossione delle multe

  • PDF

L'assessore comunale: «Ma le coop non sono aziende sociali. Con le mie dimissioni cessa qualsiasi interesse»
NAPOLI - Le politiche sociali, settore in sofferenza da anni, sono uno dei settori che non subirà tagli dal bilancio del Comune di Napoli. Lo annuncia Sergio D'Angelo, assessore alle Politiche sociali, che svela al Velino la strategia da mettere in campo nelle prossime settimane con l'obiettivo finale ambizioso «di recuperare 80 milioni di euro».

Lepore: "Non si può parlare di camorra per l'emergenza rifiuti"

  • PDF

RIFIUTI: LEPORE, NON SI PUO' PARLARE DI CAMORRA PER L'EMERGENZA (AGI)
Roma, 27 giu."La camorra approfitta sempre delle situazione di emergenza per fare affari. Ma non si puo' parlare di camorra rispetto all'emergenza rifiuti a Napoli che dura da 15, 16 anni".

La scoperta di de Magistris: "la Iervolino ci ha lasciato le casse vuote"

  • PDF

«Siamo in una situazione disastrosa che ci ha lasciato la Iervolino». Quindi la nuova promessa:  «approveremo il bilancio entro il 30»
NAPOLI - «Il bilancio verrà approvato dalla giunta entro il 30 giugno». Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, che ha aggiunto: «Stiamo lavorando anche in una situazione economica disastrosa che ci ha lasciato la Iervolino. Ad approvazione del bilancio diremo che una responsabilità anche maggiore di quella dei rifiuti dell'amministrazione uscente è quella di non aver approvato il bilancio e di averci lasciato con le casse vuote».

De Magistris: "Stato d'emergenza non serve"

  • PDF

DE MAGISTRIS, CONTRARIO ALLO STATO DI EMERGENZA - ''Sono assolutamente contrario, lo stato di emergenza non serve''. Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, parlando della situazione dei rifiuti e sottolineando che e' stato proprio lo stato di emergenza che ''ci ha consegnato una citta' con la spazzatura''. ''Dobbiamo risolvere il problema con l'ordinarieta', con le leggi attuali - ha affermato a margine di un incontro con i maestri delle scuole di Napoli - e poi in prospettiva stiamo lavorando per rendere Napoli autonoma. Questo e' l'obiettivo politico per dare una risposta anche alla Lega Nord''. ''Stiamo lavorando 24 ore su 24 - ha aggiunto in merito alla raccolta straordinaria - La citta' si rendera' conto progressivamente del lavoro che facciamo, ma non intendo informare preventivamente, sono passi importanti e siccome gli ostacoli non sono pochi vogliamo che i cittadini abbiano risultati''.

Caldoro: "Non ci sto a pagare per colpe di altri"

  • PDF

"Non ci sto, non ci sto, non ci sto". Con questi tre 'non ci sto' il presidente della regione Campania Stefano Caldoro commenta il suo coinvolgimento nell'inchiesta condotta dalla procura di Napoli, in cui risulta indagato per epidemia colposa e dice di non voler pagare colpe altrui. Il governatore ha anche annunciato di abbandonare tutti i tavoli nazionali ed istituzionali per risolvere l'emergenza rifiuti. In particolare, Caldoro ha spiegato: "Non ci sto a pagare le colpe di 15 anni di inadempienze e responsabilità dei Comuni, responsabilità che perdurano ancora oggi. Non ci sto - ha aggiunto - a pagare le colpe dei ricatti e del boicottaggio della camorra".E - ha proseguito - "a subire i comportamenti irresponsabili della Lega Nord". Quella nel napoletano, ha sottolineato il governatore, "è un'emergenza nazionale".

Cesaro: "Su Caivano avevamo ragione"

  • PDF

NAPOLI - Il giudice boccia lo stop al conferimento dei rifiuti di Napoli a Caivano: Luigi Cesaro, presidente della Provincia di Napoli, annuncia che il Tar Campania ha accolto il ricorso presentato conto il blocco imposto da un’ordinanza del sindaco Antonio Falco: «Sono stato appena informato che il Tar ha raccolto la nostra richiesta di sospensiva dell’ordinanza del sindaco di Caivano che non consentiva di poter utilizzare l’area adibita a sito di trasferenza dei rifiuti». Dunque, arriva la svolta, almeno dal punto di vista amministrativo, anche se ora si dovranno affrontare, inevitabilmente, nuove proteste.

Il Sodano-pensiero

  • PDF

Ambientalisti integralisti, vicini alle popolazioni dei territori avvelenati e martoriati, politici rivoluzionari e infine... amministratori realisti e disposti al compromesso. In un anno si è chiuso il cerchio che consegnerà alla città di Napoli probabilmente una discarica più capiente (Chiaiano verso il raddoppio della capienza) e tre siti di trasferenza dei rifiuti. Il tutto firmato dalla coppia de Magistris - Sodano. Ecco un breve estratto del pensiero di Sodano riassunto nelle posizioni espresse pubblicamente nel corso degli ultimi nove mesi.

Sodano a Caldoro: "Usare i poteri speciali per portare i rifiuti di Napoli nelle altre province"

  • PDF

Tommaso Sodano, il vicesindaco con delega ai rifiuti, rivolge a Caldoro l'invito ad usare i suoi poteri speciali in materia di rifiuti: «chiediamo di applicare la legge laddove, in presenza di uno stato di emergenza, il governatore può d’imperio regolare i flussi superando il problema della provincializzazione».

Rifiuti, de Magistris: "La soluzione sta naufragando. Ma non per colpa mia"

  • PDF

RIFIUTI, DE MAGISTRIS E SODANO: QUESTA NOTTE VERTICE IN PREFETTURA. NON ANDREMO VIA SENZA CERTEZZA DEL RISPETTO DEGLI IMPEGNI PRESI
“Questa notte, su mia richiesta, si terra' un vertice straordinario presso la Prefettura di Napoli che vedrà coinvolti tutti i soggetti istituzionali locali: un vertice dal quale non mi allontanerò senza aver avuto la certezza che gli impegni presi nei giorni scorsi vengano rispettati da tutti.

La soluzione era stata trovata grazie ad un accordo fra Prefettura, Regione, Provincia, Comune e avrebbe consentito di liberare Napoli dai rifiuti in 5 giorni, prevedendo anche la realizzazione di un sito di trasferenza nella stessa città.

Questa soluzione purtroppo sta naufragando e non per responsabilità del Comune di Napoli.

de Magistris: ''Ripresa raccolta rifiuti. Con impegno di tutti Napoli pulita in 5 giorni''

  • PDF

Mercoledì prossimo il sindaco si recherà a Bruxelles per lo slobcco dei 150 milioni di euro di fondi Fas. "Se tutti faranno la propria parte - ha aggiunto - non ci sarà bisogno dello stato d'emergenza"
Napoli, 18 giu. - (Adnkronos) - "Stanotte la raccolta e' ripresa e andra' avanti oggi e domani. Sono fiducioso, se tutto va come deve andare e tutti si assumono le loro responsabilita', come ha fatto il Comune in modo anche coraggioso, Napoli tra 4-5 giorni sara' pulita, e il problema si risolve anche in provincia". Lo ha dichiarato il sindaco di Napoli Luigi de Magistris.