Ven24112017

Agg.:03:11:15

da Legno Storto:

Benvenuto in Medinapoli News !!!

Back Attualità Attualità News Ipse Dixit Mansueto: "Incommentabile la scelta del sindaco di annullare due consigli per seguire il Napoli"

Mansueto: "Incommentabile la scelta del sindaco di annullare due consigli per seguire il Napoli"

  • PDF

"La notizia che De Magistris abbia fatto annullare due delicatissimi consigli comunali, per andare due giorni a Manchester a vedere la partita del Napoli è incommentabile". Lo dichiara in una nota il capogruppo consiliare del PdL, Marco Mansueto (tifoso del Napoli).
"Mentre la città di Napoli si appresta a vivere una nuova emergenza rifiuti, De Magistris, anziché trovare soluzioni e sottoporsi al democratico dibattito consiliare, in maniera irresponsabile ed irrispettosa verso le istituzioni, preferisce fare il tifoso anziché il sindaco, adducendo come pretesto della sua trasferta non meglio specificati incontri istituzionali di cui vorremmo avere immediata contezza. Oggi in consiglio comunale, nel corso del question time - sottolinea Mansueto - si sarebbe dovuto discutere anche della questione ambientale. Vorremmo sapere a che punto è il tanto sbandierato piano per la differenziata; a che punto è l'accordo con lo stato estero per smaltire i rifiuti; quali sono le soluzioni strutturali all'emergenza. Domani si sarebbe dovuto parlare dell'Americàs Cup, e ci avrebbero dovuto spiegare perché se la sono fatta soffiare sotto il naso e come intendono rimediare al danno d'immagine e sostanziale che hanno prodotto alla città".

"Evidentemente - conclude Mansueto - non ha né risposte né voglia di trovare soluzioni. Ma queste sono difficoltà politiche che manifestano l'incapacità di gestire ed amministrare la nostra città. Se, invece, De Magistris non ci dice esattamente quali impegni istituzionali ha messo su in Inghilterra a ridosso del match del Napoli, ci viene il dubbio che sottoponga la convocazione o meno di quella che rappresenta la massima istituzione democratica cittadina, e cioé il consiglio comunale, alle proprie esigenze di tifoso rappresentano un oltraggio ingiustificabile alle istituzioni ed alla dignità di tutti i napoletani".