Lun20112017

Agg.:03:11:15

da Legno Storto:

Benvenuto in Medinapoli News !!!

Campania

Corrado Gabriele condannato a 4 anni

  • PDF

Il consigliere regionale condannato a 4 anni per abusi sessuali

NAPOLI - Il consigliere regionale del Pd Corrado Gabriele è stato condannato a 4 anni e 3 mesi di reclusione per presunti abusi sulle figlie della sua compagna. La sentenza è stata emessa dalla settima sezione del Tribunale di Napoli. Gabriele era stato denunciato dalle due giovani - una delle quali minorenne all'epoca dei fatti - che avevano riferito agli inquirenti di attenzioni particolari e palpeggiamenti di cui sarebbero state vittime.

Intervista a Raffaele Del Giudice

  • PDF

Quando vivi lontano ti perseguitano le ferite della tua città. E, poi, ogni volta che migliaia di tonnellate di immondizia indifferenziata tornano per strada devi spiegare alle persone intorno cosa è successo. E cosa si può fare. Così qualche tempo fa ho visitato gli impianti di valorizzazione dei rifiuti di Brescia. E lì la prima cosa che colpisce non è quel che esce dagli impianti ma cosa ci entra. Perché hanno, a monte e intorno, un’opera poderosa di differenziazione da parte dei cittadini.

Giugliano, Polo Industriale ASI sotto assedio rom

  • PDF

Il Polo Industriale ASI di Giuliano in Campania all talk-show “L’Altra Italia”
Andrà in onda sabato 12 marzo 2011, alle ore 18.00, sul network digitale Tele A e su Sky canale free 868, una tematica di scottante attualità, afferente l’eterna conflittualità tra le imprese del Polo Industriale ASI di Giugliano in Campania e i tanti Rom che ormai occupano - da più di 20 anni ed in maniera deleteria - l’intero Comprensorio Produttivo.

Rifiuti in Campania: indagato Bassolino Arrestati Marta Di Gennaro e Catenacci

  • PDF

Marta Di Gennaro, ex vice di Guido Bertolaso alla Protezione Civile e l’ex prefetto Corrado Catenacci, già commissario ai rifiuti della Regione Campania, sono stati arrestati nell’ambito di un’operazione per reati ambientali. Ai due sono stati concessi gli arresti domiciliari. L’operazione è stata eseguita in varie zone d’Italia dai carabinieri del Noe (Nucleo Operativo Ecologico) e dalla Guardia di Finanza di Napoli.

Complessivamente sono 14 arresti e numerose perquisizioni nell’ambito di una indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli, per associazione a delinquere, truffa e reati ambientali. Nel corso delle indagini è stata accertata l’esistenza di un accordo illecito tra pubblici funzionari e gestori di impiantidi depurazione campani che ha consentito, per anni, losversamento in mare del “percolato” (pericolosorifiuto liquido prodotto dalle discariche di rifiuti solidi urbani), in violazione delle norme a tutela dell’ambiente. Il percolato veniva immesso senza alcun trattamento nei depuratori dai quali finiva direttamente in mare, contribuendo ad inquinare un lunghissimo tratto di costa della Campania, dal Salernitano fino al Casertano.

mediformazione

Giornalista AAA
Diventare Giornalista...

Ambiente pulito

Mela verde
La differenziata come frutto...

Editoria Digitale

JA Teline IV
per diventare Editori FaidaTE...

Moda & Stile

Moda Modella
Quando la moda non è immagine...